Le prestazioni pensionistiche si inseriscono nel quadro generale della previdenza sociale.

La pensione ai superstiti può rivestire due forme: indiretta e di reversibilità.

La pensione di reversibilità spetta al coniuge del defunto già titolare di pensione diretta (vecchiaia, inabilità, anzianità). Essa spetta, altresì, al coniuge separato e divorziato che ha diritto a tale pensione purchè ricorrano le seguenti condizioni: a) sia titolare di assegno di divorzio; b) non si sia risposato; c) l'ex coniuge abbia iniziato l'assicurazione presso l'INPS prima della sentenza di scioglimento o della cessazione degli effetti civili del matrimonio.

La legge prevede (L.74/87), inoltre, che il coniuge divorziato abbia diritto alla pensione anche se il defunto si sia risposato e sia in vita il nuovo coniuge. In questo caso, però, l'INPS non paga automaticamente la pensione ma deve attendere una specifica sentenza del tribunale che divida la pensione tra i due interessati (coniuge ed ex coniuge) in proporzione alla durata del matrimonio di ciascuno.

Onoranze Funebri - Rosario Torretta - Prizzi

Onoranze Funebri Rosario Torretta - Prizzi

Via Libertà n.79 - 90038 Prizzi (PA)
Tel. 091 8345000 - Cell. 338 8763049 - Gaetano Torretta: Cell. 339 3814122
P.IVA 04812420828
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei connesso da dispositivo mobile?